Menu
http://www.cappellaniabrotzu.it/portale/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_immage00gk-is-702.jpglink
http://www.cappellaniabrotzu.it/portale/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_immage01gk-is-702.jpglink
http://www.cappellaniabrotzu.it/portale/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_immage-02gk-is-702.jpglink
http://www.cappellaniabrotzu.it/portale/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_immage03gk-is-702.jpglink
http://www.cappellaniabrotzu.it/portale/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_immage04gk-is-702.jpglink
http://www.cappellaniabrotzu.it/portale/modules/mod_image_show_gk4/cache/banner.banner_immage-05gk-is-702.jpglink
  contatti cappellania
  web radio cappellania brotzu
  facebook cappellania brotzu twitter cappellania brotzu YouTube cappellania brotzu

Il Consiglio Pastorale Ospedaliero

Il Consiglio Pastorale Ospedaliero (CPO) è un organismo assembleare, presieduto dal Cappellano, che vede al suo interno sacerdoti, religiosi e laici e professionisti nell'ambito della sanità che – a vario titolo – svolgono un ufficio all’interno dell’istituzione sanitaria. Il CPO ha il pregevole compito di programmare e coordinare l’azione pastorale della Cappellania nell’ambito del presidio ospedaliero in cui lavora, affinché gli obiettivi propri vengano garantiti e potenziati.

In modo particolare il CPO deve collaborare e vigilare affinché si:

1) Realizzi nell’istituzione sanitaria un segno ecclesiale vivo, che renda possibile un’azione missionaria ed evangelizzatrice;

2) Crei nella Cappellania e nell'ospedale un luogo dove Dio rivela la sua tenerezza e si mette al servizio dell’uomo tramite l'uomo;

3) Coordinino le forze cristiane presenti nell’organizzazione ospedaliera attraverso idonei strumenti;

4) Contribuisca al coinvolgimento della Chiesa locale nella promozione della salute e nell’assistenza ai malati. Il santo padre Giovanni Paolo II nella Fides et Ratio al n° 12 ci ricorda che :«Solamente nel mistero del Verbo incarnato trova vera luce il mistero dell’uomo. Al di fuori di questa prospettiva il mistero dell’esistenza personale rimane un enigma insolubile. Dove l’uomo potrebbe cercare la risposta ad interrogativi drammatici come quelli del dolore, della sofferenza dell’innocente e della morte, se non nella luce che promana dal mistero della passione, morte e risurrezione di Cristo ?». Attualmente il CPO presso l'ospedale Brotzu è in fase di costituzione. Ci auguriamo che quanto prima il Signore possa suscitare testimoni coraggiosi e credibili di amore alla Chiesa, ai malati e al mondo della salute.